Orso ucciso da fucilata,assolto imputato

Il 'fatto non costituisce reato': con questa formula il giudice del Tribunale di Sulmona, Marco Billi, ha assolto Antonio Centofanti, 65 anni, rinviato a giudizio per avere ucciso a colpi di fucile - per sua stessa ammissione - un orso marsicano, ritrovato morto su una pista ciclabile a Pettorano sul Gizio, nell'Aquilano, nel settembre 2014. Il pubblico ministero, Tiziana Pinterpe, aveva chiesto l'assoluzione dell'imputato. Accogliendo la tesi della difesa e la richiesta del Pm il giudice Billi ha pronunciato sentenza di assoluzione, ritenendo che il colpo mortale esploso contro l'orso sia partito accidentalmente dal fucile dell'imputato, mentre lo stesso stava cadendo a terra dopo essersi ferito a una gamba. Tanto è vero che la mattina dopo Antonio Centofanti fu medicato per quella caduta dai medici del pronto soccorso dell'ospedale di Sulmona.

Altre notizie

Notizie più lette

  1. MarsicaLive
  2. AbruzzoWeb
  3. MarsicaLive
  4. Il Centro
  5. MarsicaLive

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Scurcola Marsicana

FARMACIE DI TURNO

    Nel frattempo, in altre città d'Italia...